Crea sito

Basket amichevole Latina-Roseto

Escono sconfitti gli Sharks nella prima gara del “Torneo di Latina” contro i padroni di casa della Benacquista con il risultato di 100-84. Laziali trascinati dai 30 di BJ Raymond , scatenato soprattutto nei primi venti minuti, e ben supportato da Saccaggi e Pastore, entrambi in doppia cifra; per Roseto cose buone da Andy Ogide, il migliore dei suoi con 24 punti, mentre il neo arrivato Darell Combs, alla sua prima gara , si è fermato a 14 punti, dopo averne segnati 10 nel primo quarto, in doppia cifra anche Lupusor e Infante con 12 e 10.

Inizio di gara con le difese che faticano, come era facile da prevedere data la grande mole offensiva dei due team : al 5° minuto si è sul 12-13 , con Raymond già “hombre del partido” a quota 5 punti in un amen, mentre dall’altra parte un Combs ispiratissimo tiene prima a galla i suoi e poi li porta avanti sul 27-31 a fine periodo. Nei secondi 10 minuti, cresce l’intensità in campo con break da ambo le parti, ci pensa il solito Raymond con 7 punti consecutivi a portare tutto l’attacco di Latina sulle spalle, con un abulico Drungilas, mentre Roseto comincia a soffrire troppo, perdendo più di un pallone in “zone offense” ( anche se da segnalare il computo dei falli a fine secondo quarto sul 3-8 in favore dei laziali ), così da concludere i primi 15° di gioco sul 39-33; Ogide con 4 consecutivi riporta gli Sharks sotto di due punti, ma è ancora Raymond, ben coadiuvato da Pastore, a suonare la carica e dopo un time-out di coach Gramenzi , Latina si riporta sopra un buon margine chiudendo a metà gara sul punteggio di 53-43.

Avvio di ripresa con il duo Raymond-Drungilas a fare la voce grossa: Latina grazie ad un pesantissimo break firmato dai due lunghi titolari si porta sul massimo vantaggio del 16°, 66-52. Gli Sharks si bloccano offensivamente, con i laziali che ovviamente ne approfittano: a due minuti dal termine del quarto black-out al PalaBianchini con il tabellone bloccato sul 80-60, gioco interrotto per almeno 6/7 minuti per consentire il ripristino dell’impianto elettrico. Risolto il problema si conclude velocemente il parziale sul 83-63. Nell’ultimo periodo coach Di Paolantonio le prova tutte , ed è proprio a cavallo tra il 34° e il 38° contro break rosetano: Ogide, Lupusor ed una difesa attenta riportano gli Sharks sotto di 8 punti, prima che Raymond e Saccaggi siggillino definitivamente la gara sul punteggio di 100-84. Domani i biancazzurri giocheranno la finalina per il 3° posto alle 17:30 contro la Virtus Roma, sconfitta da Rieti.