Crea sito

Pineto, senegalese tenta di rapinare l’autista di un bus

Alle ore 00:30 di questa mattina, è giunta al “113”, segnalazione poi trasferita per competenza territoriale al  Commissariato P.S. di Atri, la notizia di un’ aggressione a scopo di rapina nei pressi del deposito bus delle autolinee “Capuani”, in località Scerne di Pineto (TE), in danno di un autista di quella società. Veniva acquisita la sommaria descrizione fisica del responsabile dell’illegalità segnalata: un giovane di colore, che si era allontanato dopo la commissione del fatto a bordo di una bicicletta di colore rosso.

Sulla base delle indicazioni avute gli Agenti della Volante di Atri si ponevano alla immediata ricerca del rapinatore, il quale veniva rintracciato e bloccato sulla SS16, direzione Pineto, che stava percorrendo a bordo della bicicletta.

Vittima della rapina risultava dunque essere stato un autista delle autolinee sopra indicate: costui, appena rientrato in sede con il pullman di ritorno da Roma, veniva avvicinato dal giovane extracomunitario che insistentemente gli richiedeva un’offerta. L’autista gli dava così una bottiglia d’acqua ed un frutto, beni al momento in suo possesso, ma il cittadino straniero, non soddisfatto, iniziava a serguirlo minacciosamente  mentre si allontanava dal deposito dei bus.

Nel momento in cui l’autista gli voltava le spalle allo scopo di contare il denaro relativo all’incasso della giornata lavorativa, l’uomo di colore lo afferrava velocemente e con forza al collo  dicendogli testualmente “Questa è una rapina !”.
L’autista riusciva ad evitare il peggio liberandosi dalla presa e a mettere in fuga il rapinatore, pur riportando ecchimosi al collo giudicate guaribili al Pronto Soccorso in 5 gg. s.c..

Il responsabile è stato così identificato dai poliziotti, una volta portato al Commissariato di P.S. di Atri, per N. M., nato nel 1977 in Senegal, residente a Pavia ma di fatto domiciliato a Montesilvano. L’uomo è risultato anche avere precedenti per analoghi reati predatori e per droga.

Tratto in arresto, è stato messo a disposizione della Procura della Repubblica e stamani è prevista l’udienza di convalida.